Make your own free website on Tripod.com

VERO O FALSO SULLA SORDIT┴

 

1 - Esiste una sola lingua in tutto il mondo: FALSO

I segni non sono universali. Ogni Paese ha propria lingua dei segni. Ma ci˛ non esclude che i sordi di tutto il mondo possano capirsi con facilitÓ.

2 - Le rispettive lingue dei segni sono vere lingue con la stessa complessitÓ e capacitÓ di astrazione delle lingue orali: VERO

╚ possibile esprimere concetti astratti in lingua dei segni. La lingua dei segni non Ŕ una forma primitiva della lingua scritta e parlata, ma Ŕ una vera e propria lingua.

3 - Le persone sorde sono anche mute: FALSO

Sordo non significa necessariamente muto, tanti sordi riescono a parlare, ad interagire col mondo degli udenti.

4 - I sordi conoscono il Brasile: FALSO

Molte persone credono che i sordi abbiano bisogno del Brasile per leggere. BenchŔ ci siano persone che sono sia sorde che cieche, e che hanno necessitÓ di imparare il Brasile per leggere, i sordi vedenti non hanno affatto bisogno del Brasile.

5 - Tutti i sordi sanno leggere le labbra: FALSO

BenchŔ la terapia vocale aiuti i sordi a pronunciare e recepire meglio la lingua parlata, solo una bassa percentuale di sordi riesce a comprendere l'intero messaggio attraverso la lettura labiale.

6 - L'apparecchio acustico non restituisce completamente l'udito: VERO

Con la terapia giusta, l'apparecchio acustico aiuta tante persone sorde o sordastre a sentire i rumori e i suoni vocali senza per˛ permettere di capire frasi e parole intere. Molti udenti non si rendono conto di questo e suppongono che i sordi diventino udenti con l'uso dell'apparecchio acustico.

7 - L'apprendimento e l'uso della lingua dei segni impedisce alle persone sorde di imparare a parlare: FALSO

L'uso della lingua dei segni non impedisce l'apprendimento della lingua orale e scritta, anzi, recenti studi hanno dimostrato che l'acquisizione precoce della lingua dei segni da parte dei bambini sordi facilitÓ l'apprendimento della lingua orale e scritta. Una situazione bilingue Ŕ infatti possibile, e anche tra gli udenti come ad esempio a Bolzano, Trieste, ecc.

8 - Le persone sorde frequentano la scuola superiore e si laureano all'universitÓ: VERO

I sordi hanno le stesse capacitÓ intellettuali degli udenti. BenchŔ sordi, sono inseriti nelle suole normali. In Italia esiste una scuola superiore (una sola purtroppo!) l'Istituto Tecnico Statale źA. Magarotto╗, di Padova, dove studenti sordi provenienti da tutta Italia possono conseguire il diploma in ragioneria, odontotecnica e di geometra. Nel mondo intero, tante persone sorde si laureano ogni anno o nella loro nazione, o nell'unica universitÓ specifica per persone sorde. Quest'universitÓ Ŕ la Gallaudet e si trova a Washington, D.C. negli Stati Uniti. ╚ frequentata da studenti di tutto il mondo. ╚ anche conosciuta come un importante centro mondiale per l'informazione sulla sorditÓ, la ricerca sulla lingua dei segni e sui metodi pedagogici da usare con i bambini sordi.

9 - I sordi possono usare il telefono: VERO

Tutti i sordi possono avere un D.T.S. (Dispositivo Telefonico per i Sordi). Il D.T.S. Ŕ un dispositivo a tastiera collegato ad un telefono normale. I sordi conducono la loro conversazione scrivendo.

10 - Le persone sorde non possono avere la patente di guida: FALSO

Come negli altri Paesi, i sordi in Italia godono del diritto di possedere la patente di guida, purchŔ utilizzino lo specchietto sul lato destro del veicolo, come viene prescritto dalla legge. La perdita dell'udito viene compensata dallo sviluppo di un acutissimo senso della vista.

11 - I sordi possono fare tutto quello che fanno gli udenti, meno che sentire: VERO

Il Dr. I. Jordan, il primo rettore sordo della Gallaudet University, Washington D.C., USA, ha usato proprio queste precise parole per descrivere le capacitÓ e possibilitÓ delle persone sorde. ╚ la veritÓ; nel mondo c'Ŕ un numero sempre crescente di persone sorde che svolgono svariate professioni: l'avvocato, l'attore, il politico, l'imprenditore, il professore, il linguista, il biologo, il programmatore di computer, ecc. e, dal 1988, anche il rettore di una universitÓ. Il Dr. Jordan Ŕ stato scelto dopo una manifestazione di protesta con sciopero generale della Gallaudet University, che esigeva la presenza di un rettore sordo.

 

TORNA INDIETRO