Make your own free website on Tripod.com

Sos via Sms da Bali a Londra: salvi in mare grazie al telefonino!

15 febbraio 2001
Articolo messo in Rete alle 20:53 ora italiana (19:53 GMT)

NAUFRAGI, Londra (CNN) -- Bloccati alla deriva nell'Oceano Indiano, sotto un sole cocente, senza radio né razzi di segnalazione. Che fare? Semplice: basta mandare un messaggio Sms a un amico in Inghilterra e poco dopo, potenza della globalizzazione, la guardia costiera indonesiana si presenta a salvare gli occupanti della barca in avaria. E' successo a un gruppo di turisti a Bali.

L'idea che ha salvato diciotto persone da una bruttissima avventura è venuta a Rebecca Fyfe, una giovane inglese che ha preso in mano la situazione dopo che i passeggeri hanno scoperto che il cellulare del capitano non poteva mandare messaggi né fare telefonate in uscita.

Rebecca ha preso il suo Gsm e ha mandato un Sms al suo ragazzo a Londra, Nick Hodgson. "Chiama guardacoste, serve aiuto, SOS", ha scritto Rebecca indicando dove si trovava.

Il giovane inglese ha subito telefonato alla linea di emergenza della guardia costiera britannica, che ha avvertito il ministero degli Esteri australiano, il quale a sua volta ha telefonato alle autorità indonesiane, che hanno girato la richiesta di soccorso alla loro guardia costiera.

La richiesta di soccorso ha così fatto un giro di più di trentamila chilometri, dallo stretto di Lombok a Londra, poi dall'Inghilterra all'Australia, infine dall'Australia all'Indonesia. Tutto in tempo reale o quasi.

I dieci britannici, sei indonesiani, un australiano e un neozelandese che erano a bordo della "Ombak Indah", in navigazione tra le isole di Bali e Lombok, se la sono cavata con uno spavento. "A parte stanchezza e mal di mare stanno tutti bene", ha detto un portavoce del ministero degli Esteri britannico.

avete letto bene .......... portiamo sempre il cellulare in tasca giorno e notte okk?????

 

TORNA INDIETRO